lunedì, dicembre 25, 2006

Vi auguro un felice Natale con due delle mie favorite canzoni natalizie "pop" ;-)

Il video della canzone di Natale che ho sempre adorato: "Last Christmas" - Wham! (1984)




Altra canzone natalizia che adoro: "All I Want For Christmas Is You" - Mariah Carey
Godetevi il video:

giovedì, dicembre 07, 2006

venerdì, novembre 24, 2006

Me and my brother Riccardo

Ringraziamenti tesi

Ringraziamenti tesi:


Nonostante la pagina che mi accingo a completare sia l'ultima di questa tesi, è stata la prima che ho desiderato scrivere, fin dall'inizio dell'Università. Per tanto non posso far altro che ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto ed incoraggiato fino ad arrivare a questo obiettivo della mia vita.

Dal punto di vista della tesi intendo ringraziare il Prof. Leonello Servoli che mi ha dato l'opportunità di inserirmi in un lavoro per me nuovo e stimolante come questo, e per avermi dato la possibilità di restarci ancora per un po'. Un sentito ringraziamento a Daniele Spiga, un supporto dal punto di vista tecnico, organizzativo ed indispensabile per la mia coscienza...

Ringrazio mio Padre, mia Madre e soprattutto Franco, per il sostegno economico e per tutto il calore (veramente tanto) che sono riusciti a trasmettermi: se oggi sono qua è principalmente grazie a loro! Un Grazie a Riccardo, senza il cui affetto questa vita sarebbe stata certamente più insignificante. Un ringraziamento particolare anche a Zia Marisa, Tore, Alessio e Davide. Un grazie alla mia seconda famiglia di Roma, seconda solo perché non l'ho avuta per prima.

Come non ringraziare gli amici, soprattutto quelli che in questo ultimo difficile periodo mi sono stati accanto, anche semplicemente con la loro presenza fisica, dimostrandosi delle persone su cui ho potuto, posso e potrò sempre contare: Andrea C., Andrea T., Cristian, Gianluca e Ivan. Gli amici con cui il rapporto è meno intenso, ma ugualmente significativo: Ciro, Jacopo, Leonardo e Michele; gli amici con cui ho condiviso tanti momenti dell'adolescenza, ma che ho perso un po' di vista, come Andrea G., Diego, Luca e Valeria. Grazie agli amici del treno e agli atleti ed allenatori della Libertas Città di Castello.

Un altro -l'ennesimo!- grazie a tutti gli studenti che sono stati con me all'University of York, con i quali ho vissuto in pieno l'esperienza che segnerà il resto della mia vita.

Infine, per ultimi ma non meno importanti sono i ringraziamenti -ennesimi più uno- che voglio rivolgere ai colleghi ed amici dell'Università, come Chiara e Silvia, con cui ho condiviso molti viaggi in treno e pranzi in mensa; Diego R., Diego G., Igor, Paolo, Antonio, Francesco e Michele, con cui ho trascorso intere giornate di studio alternate da momenti di divertimento; Simone e Fabrizio che non smetteranno mai di farmi ridere e che, forse, in un giorno non troppo lontano decideranno di laurearsi.
24 Novembre 2006 - Da oggi sono ufficialmente Dottore in Informatica...

con gli amici: Taffo, Leo, Dodo, IO, Freddy, Drago, Ciclo
con il Dott. Diegor
fortunato fra la Silvia e la Chiara
con i linuxisti portoghesi Higor e Alvaro
con i compagni di studio che hanno studiato anche per me..infatti devono ancora studiare per loro stessi: www.paolo.pg e Antò/Tony
I, Me and My self

domenica, novembre 05, 2006

Save Me
Queen

It started off so well
They said we made a perfect pair
I clothed myself in your glory and your love
How I loved you,
How I cried.....
The years of care and loyalty
Were nothing but a sham it seems
The years belie we lived a lie
'I'll love you 'til I die'

Save me Save me Save me
I can't face this life alone
Save me Save me Oh...
I'm naked and I'm far from home

The slate will soon be clean
I'll erase the memories,
To start again with somebody new
Was it all wasted
All that love?.....
I hang my head and I advertise
A soul for sale or rent
I have no heart, I'm cold inside
I have no real intent

Save me Save me Save me
I can't face this life alone
Save me Save me Oh...
I'm naked and I'm far from home

Each night I cry, I still believe the lie
I'll love you 'til I die

sabato, novembre 04, 2006

Non Piangere

Parlami dolcemente
C’è qualcosa nei tuoi occhi
Non mettere la tua testa nel dolore
E per favore non piangere
So come ti senti dentro
Ci sono passato prima
Qualcosa sta cambiando dentro di te
E tu non capisci

Non piangere stanotte
Ti amo ancora baby
Non piangere stanotte
Non piangere stanotte
C’è un paradiso sopra di te baby
E non piangere stanotte

Fammi un bisbiglio
E fammi un sospiro
Dammi un bacio prima di dirmi arrivederci
Non farla così difficile adesso
E per favore non prenderla così male
Starò ancora pensando a te
E le cose che abbiamo avuto baby

E non piangere stanotte
Non piangere stanotte
Non piangere stanotte
C’è un paradiso sopra di te baby
E non piangere stanotte

E per favore ricorda che non ho mai mentito
E per favore ricorda
Come mi sono sentito dentro, ora tesoro
Devi farlo a modo tuo
Ma starai bene ora dolcezza
Ti sentirai meglio domani
Arriva la luce della mattina adesso baby

E non piangere stanotte
E non piangere stanotte
E non piangere stanotte
C’è un paradiso sopra di te baby
E non piangere
Non piangere mai
Non piangere stanotte
Baby forse un giorno
Non piangere
Non piangere mai
Non piangere stanotte


Don't Cry

Talk to me softly
There's something in your eyes
Don't hang your head in sorrow
And please don't cry
I know how you feel inside I've
I've been there before
Somethin's changin' inside you
And don't you know

Don't you cry tonight
I still love you baby
Don't you cry tonight
Don't you cry tonight
There's a heaven above you baby
And don't you cry tonight

Give me a whisper
And give me a sigh
Give me a kiss before you tell me goodbye
Don't you take it so hard now
And please don't take it so bad
I'll still be thinkin' of you
And the times we had... baby

And don't you cry tonight
Don't you cry tonight
Don't you cry tonight
There's a heaven above you baby
And don't you cry tonight

And please remember that I never lied
And please remember
How I felt inside now honey
You gotta make it your own way
But you'll be alright now sugar
You'll feel better tomorrow
Come the morning light now baby

And don't you cry tonight
An don't you cry tonight
An don't you cry tonight
There's a heaven above you baby
And don't you cry
Don't you ever cry
Don't you cry tonight
Baby maybe someday
Don't you cry
Don't you ever cry
Don't you cry
Tonight

venerdì, novembre 03, 2006

Il Libro della Vita inizia con l'immagine di un uomo e una donna in un giardino. Termina con l'Apocalisse
Oscar Wilde
"[..]Ho da spegnere la pietà per me stessa, e convincere me stessa che il dolore non è il sale della vita. Il sale della vita è la felicità, e la felicità esiste: consiste nel darle la caccia. Infine devo ancora chiarire il mistero che chiamano amore. Non quello che si divora nel letto, toccandoci. Quello che mi accingevo a conoscer con te. Mi manchi bambino. Mi manchi quanto mi mancherebbe un braccio, un occhio, la voce: e tuttavia mi manchi meno di ieri, meno di stamani. E' strano. Si direbbe che di ora in ora il tormento si affievolisca per chiudersi una parentesi. I lupi hanno già incominciato a chiamarmi e non importa se sono ancora lontani: appena si avvicineranno, me ne rendo conto, io li seguirò.[...] Dev'essere davvero così, la vita è straordinaria. Rimargina le ferite a una velocità folle. Se non restassero cicatrici, non ricorderemmo nemmono che di lì sgorgò il sangue. Del resto perfino le cicatrici svaniscono. Impallidiscono e infine svaniscono. Succederà anche a me. Succederà? Devo riuscirci.[...]"
Oriana Fallaci
"Lettera a un bambino mai nato"

mercoledì, novembre 01, 2006

"La vita è una tale fatica, bambino. E' una guerra che si ripete ogni giorno, e i suoi sentimenti di gioia sono parentesi brevi che si pagano un prezzo crudele"
Oriana Fallaci
"Lettera a un bambino mai nato"
Da "Una vita che ti aspetto" , di Fabio Volo.
"Ho pensato che, quando si incontra una persona, quell'incontro crea cose nuove. Dà vita a pensieri, riflessioni, sentimenti, azioni, che appartengono solo alle due persone che si sono incontrate. L'amore che circola tra loro deve essere sempre vissuto tutto, in ogni momento. Fino in fondo. Perchè l'amore quando circola, quando viene vissuto è leggero e fa sentire leggeri, ma se viene bloccato è piombo."
Ed io aggiungo:
...ti logora dentro, diventa il riflesso nello stagno dell'amore che divora, quello tanto blasonato da Coelho. Quando rimane solo il riflesso dell'Amore si muore dentro, non è possibile provare Amore oppure Odio, Felicità o Grigiore, Dolcezza o Dolore, il cuore non c'è più. I ricordi non provocano nessuna emozione. Non si è più parte della vita, la morte ci accompagna, ci ha sempre accompagnato e cresce con il passare dei giorni. Siamo persone che camminano con la morte dentro. La consolazione sta nella vita di tutti i giorni, nelle emozioni di chi ci sta accanto, chiunque sia. I rapporti umani sono la cosa più bella del mondo, l'unica cosa che ci salva dalla morte, nonostante questa cresca dentro e che prima o poi verrà fuori.

martedì, ottobre 31, 2006

Ho tanta fede in te

Ho tanta fede in te
che durerà
(è la sciocchezza che ti dissi un giorno)
finché un lampo d'oltremondo distrugga
quell'immenso cascame in cui viviamo.
Ci troveremo allora in non so che punto
se ha un senso dire punto dove non è spazio
a discutere qualche verso controverso
del divino poema.

So che oltre il visibile e il tangibile
non è vita possibile ma l'oltrevita
è forse l'altra faccia della morte
che portammo rinchiusa in noi per anni e anni.

Ho tanta fede in me
e l'hai riaccesa tu senza volerlo
senza saperlo perché in ogni rottame
della vita di qui è un trabocchetto
di cui nulla sappiamo ed era forse
in attesa di noi spersi e incapaci
di dargli un senso.

Ho tanta fede che mi brucia; certo
chi mi vedrà dirà è un uomo di cenere
senz'accorgersi ch'era una rinascita.

Eugenio Montale
"Altri versi"

giovedì, ottobre 26, 2006

VAFFANCULO

Vaffanculo a me stesso, perché do tutto e se non ricevo altrettanto sto male.
Vaffanculo a chi non mi dà quanto voglio, perché ne ho bisogno.
Vaffanculo a te che leggi e ridi.
Vaffanculo a chi legge queste cose, mi conosce e continua a far finta di nulla.
Vaffanculo a chi preferisce le amiche a me.
Vaffanculo all'adolescenza, perchè un volta che te l'hanno portata via non torna più.
Vaffanculo a chi cerca di riaverla.
Vaffanculo a chi legge questo sfogo sotto forma di bit e si offende.
Vaffanculo a chi non ha capito e continua a sentirsi offeso.
Vaffanculo a te che leggendomi ricordi Marco Masini.
Vaffanculo a chi mi prende per il culo pensando che io non me ne accorga.
Vaffanculo al mondo, perché non gira per il verso giusto.
Vaffanculo all'ossigeno, perché senza si muore.
Vaffanculo alla sfiga, perché con me ci vede benissimo.
Vaffanculo al bisogno di Amore che ho, perché non mi fa vivere.
Vaffanculo a me stesso, perché credo che gli altri possano capirmi.
Vaffanculo alla mia anima, perchè quando gli pare è eccezionale.
Vaffanculo al mio cuore, che sembra una campo di battaglia della prima geurra mondiale, con tanto di trincee.
Vaffanculo a al masochismo che sta dentro di me.
Vaffanculo alla paura, quando non riesco a superarla.
Vaffanculo all'egoismo dei miei sentimenti.
Vaffanculo alla generosità dei sentimenti degli altri, perché non esiste.
Vaffanculo a colui che sta scrivendo queste 4 cazzate, perché se sei ancora qui...vuol dire che ancora non hai capito un benemerito cazzo.
Vaffanculo a me stesso che sono ancora qui a mandare a tutto e tutti in quel posto invece di scrivere la tesi.
Vaffanculo a ciò che non mi riesce, perché finchè non mi riesce ci sbatto la testa più forte che posso.
Vaffanculo alla mia testa che ha sempre in mente una sola persona.
Vaffanculo all'Amore, perché non so come mai ma ora non è possibile riceverlo tutti i secondi della propria vita.
Vaffanculo alla Gelosia che mi logora dentro.
Vaffanculo al Tempo, perché é solo un limite inferiore.
Vaffanculo a chi non mi considera, perché non sa quello che potrebbe ricevere da me.
Vaffanculo a chi non mi considera abbastanza, perché non sa che dentro di me c'é un mondo.
Vaffanculo a chi crede di amare, nonostante si comporti da egoista.
Vaffanculo al mio modo di essere.
Vaffanculo all'ironia della vita: io ERO l'egoista..ed ora l'egoismo è parte della persona che amo.
Vaffanculo al mio Amore, che é fin troppo generoso.
Vaffanculo alle mie mani, che scrivono solo vaffanculo e non seguono quello che dice il cuore.
Vaffanculo. Vaffanculo. Vaffanculo.
Vaffanculo a chi non mi chiama quando io me lo aspetto.
Vaffanculo chi mi dice che ha bisogno di pensare.
Vaffanculo a chi mi ama e non vuole darmi tutto l'amore che c'é.
Vaffanculo all'ipocrisia, perché rovina i rapporti in maniera irreparabile-
Vaffanculo a chi ha bisogno di tempo per pensare perché non sa quello che vuole.
Vaffanculo al mio Amore, che mi fa star male.
Vaffanculo alla mia sensibilità, che mi fa star molto male e poco bene.
Vaffanculo all'altalena della vita, perché un giorno mi dà e un giorno mi toglie.
Vaffanculo a ciò che é piatto, perché non ha senso di essere modellato.
Vaffanculo ai cantanti che cantano canzoni da sogno.
Vaffanculo a chi mi dà e poi mi togli sempre di più.
Vaffanculo a chi pensa solo a se stesso, dicendo di amare.
Vaffanculo alla mia sincerità, perchè mi mette sempre in difficoltà.
Vaffanculo alla mia furbizia, perché quando vuole é superiore a tutto.
Vaffanculo alla mia buona fede, perché la fede non esiste a priori.
Vaffanculo a chi crede di avere capito tutto.
Vaffanculo a chi crede che il Sole é al centro, per me esiste un centro di rotazione diverso.
Vaffanculo a chi mi lascia solo dentro il cuore dell'Amore.
Vaffanculo a chi non gli basto.
Vaffanculo alla morte perché quando vorresti che arriva, non arriva mai, e quando meno te l'aspetti ti strappa dalle persone care.
Vaffanculo alla Natura, perché non si ribella alla razza più schifosa possa esistere.
Vaffanculo a me che sono ancora qua.
Vaffanculo a me che me ne vado a dormire, con la speranza che qualcuno potesse chiamarmi.
Vaffanculo a me che ancora ci penso.
Vaffanculo a me che non ho più dubbi, perché quando li avevo la soluzione sarebbe stata facile.
Vaffanculo alle soluzioni facili perché sono sempre quelle sbagliate.
Vaffanculo a chi rende tutto difficile.
Vaffanculo a me che ancora spero nella telefonata.

VAFFANCULO A CHI PRENDE SUL SERIO CIO' CHE UNO STRONZO HA APPENA SCRITTO.

lunedì, settembre 25, 2006

Certe volte le persone che stanno attorno a me -i riferimenti non sono puramente casuali- dicono che io sia egoista. Leggendo questi aforismi in un periodo in cui sono così sensibile, credo che gli egoisti siano quelle persone che dicono che io sono egoista.

Egoista: persona priva di considerazione per l'egoismo altrui.
Ambrose Bierce

L'egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell'esigere che gli altri vivano come pare a noi.
Oscar Wilde

L'egoismo non consiste nel vivere secondo i propri desideri, ma nel pretendere che gli altri vivano nel modo che noi vogliamo. L'altruismo consiste nel vivere e lasciar vivere.
Oscar Wilde

Una rosa rossa non è egoista perchè vuole essere una rosa rossa. Sarebbe orribilmente egoista se volesse che i fiori del giardino fossero tutti rossi e tutte rose.
Oscar Wilde


Queste persone sono le stesse persone che vogliono che io mi comporti in un certo modo, che mi dicono cosa dovrei fare, quando e come. Impongono a me di comportarmi come loro desiderano, come loro ritengono giusto. Talvolta rinfacciando tutto quello che ho fatto e che desidero fare. Colpiscono nei punti deboli, quei pochi rivelati quando non si resiste e l'unica cosa da fare é lasciarsi andare. E se arrivano a minacciarmi vuol dire che sono arrivati proprio agli sgoccioli. Non ce la fanno più, mentre io posso farcela ancora per molto. Perché dovrei? Sembra che questa relazione sia arrivata alla fase conclusiva del braccio di ferro. L'acido lattico ti corrode la mente più del muscolo, proprio allo stesso modo di come ti logora il non riuscire a dire qualcosa di molto importante ad una persona. L'altro braccio é più forte di te. Sembra di avere un muro impossibile da superare. Tutto é nella nostra mente. Il Muro é nella nostra mente. Viene riflesso sugli altri, così che non possiamo vedere nulla. Cechi nel vedere quello che provano, quello che ci comunicano istintivamente, soffermandosi su "tutto quello che sembra". Questo é l'egoismo? Non riuscire a capire quello che le altre persone sentono? Si é così egoisti da far volere agli altri solo quello che si desidera per se stessi. Il Muro si interpone nei rapporti più importanti, nei momenti più delicati ed in cui vengono fuori tutte le insicurezze. Lasciarsi andare sembra impossibile perché con il tempo il Muro é diventato sempre più alto e temprato da tutti gli attacchi. Cosa fare: cedere ancora una volta o resistere? E se cedessero tutte e due le parti? E' la soluzione migliore per tutti. Ma come può l'altra parte capire. Capire che, se io cedo é solamente perché ci sto provando. Sto venendo incontro. Vorrei che le persone riuscissero a parlarmi. Sembro sicuro di me, freddo, quasi inamovibile. Questo é quello che sembro. Ma la sembianze del comportamento di una persona come me, sono dovute alla paura di lasciarsi scoprire, di soffrire perché ha già sofferto abbastanza. Essere introverso, timido e sensibile porta a sembrare quello che non si é. Dentro di me c'é un mondo. Nessuno lo ha mai scoperto, qualcuno ci sta provando e solo una persona ci sta riuscendo.
Vorrei che tutto fosse facile. Scontato: "Che Egoista!".

lunedì, settembre 11, 2006

Mi sono mai lasciato andare? Mi sto lasciando andare?
Lascirsi Andare. Questo é ciò che mi frustra da ieri sera. Sì. Mi stressa molto il pensiero a questo argomento. Non ci avevo mai pensato. E ora che qualcuno mi ha messo la pulce nell'orecchio é il caso che io ci pensi un po' e conosca meglio me stesso. Non é facile, ma é importante che mi renda conto, anche solo un po', se io mi sto laciando andare del tutto. Spero di poter tornare presto a rispondere o quantomeno ad approfondire questo post, perché é importante quello a cui si riferisce.

venerdì, settembre 08, 2006

Ne é passato di tempo dall'ultimo post? Direi proprio di sì!
Avevo intenzione di non continuare a scrivere su di un blog e far sì che questo potesse rimanere il blog della mia Erasmus. Nonostante questo desiderio, appena ho un po' di tempo la voglia di scrivere torna. Certo! Non é solo questione di avere del tempo libero nella vita di tutti i giorni. Capita spesso di trovarsi ad avere poca voglia di fare quello che si deve, o semplicemente poco da fare per poter scrivere qualcosa che sta succedendo.
Sì, di cose ne sono successe. E non starò certo qui a descriverle. Posso solo dire che é un periodo bello, ma allo stesso tempo per niente facile. Ed in controtendenza a tutte le avversità sono felice, molto felice. Non so se le persone che mi sono attorno si accorgano di questo mio periodo. Certamente il mio comportamento é un po' cambiato ed anche qualche piccola abitudine, che comunque non ho mai reputato minimamente importante. In ogni caso, io non mi riferisco a questi accorgimenti della mia vita. Sto parlando dell'entusiasmo con cui riesco ad affrontare molte cose. Delle mie labbra quasi perennemente sorridenti. Della gioia che ho dentro, che i miei occhi non riescono a trattenere...come possono queste mie emozioni non essere avvertite dalle persone che mi stanno attorno? Ma ancora più emblematico ed importante: come fanno queste persone a far finta di nulla e cercare di sembrare disinteressate di fronte a me?
Ci sono cose che vorrei urlare al mondo. E il mondo starebbe lì' ad ascoltare. Bhé, queste sono le cose che non posso dire..almeno per il momento.
Poi ci sono delle emozioni che vorrei e potrei gridare al mondo. Ma di quest'ultime il mondo se ne frega, o fa finta di farlo.

sabato, marzo 18, 2006

Goodbye Everybody

When you will read this few lines,
I will be already gone.

I will be already on travel,
With you in my mind,
With the remembrance of our friendship
That never will finish,
And not even the distance will brake it.

We don't know how this was born,
But although all we know that wont finish,
And will be with us forever.

We are still not realizing this situation,
But we need to get used of the idea:
We are leaving.

The magic of the Erasmus is evanescing.
We lived moments
That not everyone had the chance to leave.
We had enjoyed them till the end.

In a few hours - someone more, someone less - everyone will be at home
And everything will change.
All will revert like before.
All is finished.

There will be just the remembrance.
I say "just", because I am not satisfied to remember and to dream,
I am not satisfied to have just the remembrances of the peoples
With which I have shared six of the most incredible months of my life.

I feel sad.
I cannot feel happy
even if I am going back to home.
I cannot think to something else
that is not my departure,
I am loosing all of you.

But at the same moment I feel happy.
I was lucky to meet you,
I was lucky to be with you,
when was the right moment,
and I am sorry if I wasn't with you,
when I should.

I will remember you forever.
I wont forget you
even if we will be so far.
Your faces, your way to be, your voices,
will be on my mind forever.

Thank you for so much love.

With Love

Mattia

giovedì, marzo 16, 2006

Post di necessità.

Necessito di scrivere qualcosa.

Questo post é una valvola di sfogo... non so come andrà a finire.

Sono le 23:58 di mercoledì sera. Candela accesa sulla scrivania, proprio accanto al laptop, a rendere l'atmosfera nella mia camera molto soft. "Sweet Home Alabama" - Lynard Skynard in sottofondo. Il pensiero rivolto un po' ovunque. Sarà un lungo week-end. Domani mattina alle 12:00 si inizia con un esame - Network Flows - piuttosto difficile e per il quale non mi sento molto preparato. Poi sì che inizierò a pensare alla fine del mio soggiorno Erasmus. Riesco benissimo a pensarci anche adesso, ma ancora a mente fredda, rendendomi conto (non del tutto) di quello che sarà. Quindi é bene che io scriva qualcosa da poter poi rileggere e che comunque lasci l'impronta di questo periodo che segnerà la fine di una magia che solamente l'Erasmus può regalare. Devo ammetterlo: sono triste. Ora in sottofondo c'é "The Man Who Sold The World" - Nirvana. Non so bene quello che sta succedendo. E' una sensazione strana. Senti quasi che non é possibile che in poche stupide ore tutto se ne sarà andato come se mai fosse esistito. Tutto sarà un rocordo che mai più potrò rivivere. Tutto sarà l'ultima volta. Ogni giorno é come l'ultimo. Solo così posso riuscire a fare e dire tutto quello che voglio e che altrimenti non avrei mai avuto lo spirito adatto, e perché no, il coraggio di farlo o dirlo. Non voglio avere rimpianti quando tornerò in Italia, sarebbe troppo triste, e avrei un ricordo di insoddisfazione, come molti altri che già vagano nella mia memoria. Più che un ricordo, tutto sarà un sogno. Probabilmente, quando lunedì mattina mi sveglierò nel mio letto, nella mia camera in Italia, avrò la sensazione di aver vissuto un sogno così incredibile, dolce, emozionante, così unico da non volermi mai svegliare. Sto imparando tanto dalle persone che ho intorno. Mi rendo conto che sono sempre la stessa persona che ero prima di partire. E ne sono felice. Ma so affrontare le persone in modo doverso. "Losing My Religion" - REM. In parte sono cambiato. Sto sviluppando la curiosità di conoscere le persone. Di chiedere, di sapere, di appassionarmi alle loro storie. Di interessarmi a tutte le persone che si dimostrano amichevoli e di mentalità aperta. Persone non opportunistiche, che credono nel valore dell'amicizia senza il dare e l'avere, senza la concezione del tempo. L'amicizia come essenza pura. Esiste l'amicizia fine a se stessa? Esitono persone che ti sono amiche solo perché lo sono, anche senza che esse abbiamo interessi in comune ai tuoi? Forse sì. Almeno per il momento credo di sì. Forse un giorno mi ricrederò, ma per il momento é piacevole così. Mi mancano tante cose. E me ne mancheranno altrettante quando tutto finirà. "Under The Bridge" - Red Hot Chili Peppers. Ho appena finito di rileggere il post fino a qui. Non so esattamente a cosa si riferisca; e non ho nemmeno idea del titolo che potrei dargli. Forse un titolo da countdown: Ultimo mercoledì sera in York. Ma non avrebbe molto senso e risulterebbe un streotipo che si scrive solamente perché suona bene. Ma credo che questa volta sia molto imoportante il contenuto di questo post. "Scar Tissue" - Red Hot Chili Peppers. Candela quasi finità. Luce sempre più fioca. Oggi ho pensato anche ad un ricordo da lasciare ai miei bestfriends qui in York. Ho scritto al volo qualcosa. L'ho scritto sia in italiano che in inglese. Lo pubblicherò sabato mattina prima di partire. Non so più cosa pensare. Ora mi sento un po' bloccato, o forse liberato di tanta tensione, sentimenti che tutti assieme mi affluiscono. Era molto tempo che non mi trovav0 ad affrontare qualcosa di così "nuovo". Qualcosa che non avevo mai vissuto prima d'ora. Qualcossa che ti riempe. Che non sai come affrontare. Non puoi seguire la tua mente, il tuo pensiero. Non puoi essere razionale come al solito. Devi lasciarti guidare dall'istinto. Lasciarti trasoprtare dalle emozioni e vivere tutto fino alla fine, fino in fondo, senza perderti nemmeno un secondo. "Yesterday" - The Beatles. La luce della candela non c'é più. Ora c'é solamente la cera solidificata sulla base del poracandele. Ma tutto é pronto per la prossima candela. Tutto é pronto per la nuova luce. Tutto é pronto per la prossima avventura. Tutto é pronto per afforntare qualcosa di nuovo. Tutto é pronto per rinasecere più forte di prima. "Light My Fire" - The Doors. Buonanotte a tutti quanti. Avevo proprio bisogno di scrivere qualcosa.